Inviaci una mail per suggerimenti o critiche | Iscriviti gratis al feed RSS | Pagina Ufficiale Facebook |  Accedi | Newsletter | Rassegna Stampa | Info Giornalisti |  

STORIA

Il desiderio di metterci alla prova e soprattutto la sana ambizione ci ha dato la spinta giusta. Eravamo convinti di continuare un’impresa, una bella impresa, una importante impresa per noi e per il nostro paese. Sicuramente la forza che ha dato lo slancio giusto per questa nuova avventura è venuta dalla volontà di un gruppo di persone e dalla certezza dell’importanza che tale iniziativa ha e potrà avere in un futuro immediato per la vita associativa e per una vera integrazione sportiva, sociale e culturale dei nostri giovani.

Siamo convinti di trovare delle difficoltà iniziali. Siamo convinti che per ottenere i risultati che il nostro progetto prevede ci vorrà del tempo, ma lavoriamo su un programma che vede coinvolti lo staff dirigenziale, lo staff tecnico e i giocatori tutti. A questa convinzione si è aggiunta poi la vicinanza del paese tutto, che, altro non ha fatto nei giorni di organizzazione che domandare, chiedere, informarsi: “a che punto siamo? Ce la faremo ad avere la squadra?
Di cosa avete bisogno? Siamo a vostra disposizione, chiedete… .” Com’è possibile fermarsi davanti a tanta insistenza e determinazione. A completare, poi, questo quadro vi è stata la risposta positiva di quelle attività economiche del nostro paese e dei paesi vicini, che, appena interpellate e presentato il progetto, hanno detto subito sì, di crederci, mettendo a disposizione della società importanti risorse economiche. Certo, e di questo sono convinto, che le cose non avvengano per caso e che la sinergia delle forze che esistono in un paese, porti sicuramente a realizzare cose degne di attenzione e di rispetto.

Il segreto è riuscire a guardare al lungo periodo e non solo a quello che può succedere domani o dopodomani. La fretta è sempre cattiva consigliera nello sport come nella vita. Non siamo qui certo ad aver fretta, volere tutto e subito, perché la pazienza genera valore nel tempo. Si deve imparare a ragionare, come ho detto sopra, non solo in termini di breve periodo, ma anche di medio/lungo periodo, senza cercare scorciatoie per arrivare prima. L’onestà e la trasparenza, in quello che facciamo, è un requisito fondamentale per ottenere i risultati sportivi che desideriamo.

Il bello del calcio è che non si è mai soli ad affrontare difficoltà. Il gruppo serve anche per affrontare sfide sempre più difficili. Certo insieme si riescono a costruire opportunità, a vivere esperienze che da soli sarebbero impossibili.
Prendiamoci il tempo per realizzare tutte le cose che sono contenute nel nostro programma. Saremo in grado di farle perché ci crediamo, e perché abbiamo costruito un gruppo di tutto rispetto.